Anche gli uomini americani cercano chirurghi estetici!

La chirurgia estetica ha cambiato l’opinione di milioni di persone sul proprio aspetto, che si tratti dell’aspetto del viso o dell’aspetto legato al corpo di qualcuno. La domanda di chirurgia estetica è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi anni e recentemente è diventata molto popolare tra gli uomini.

La chirurgia estetica continua a crescere in popolarità in generale:

Forse l’aspetto più importante della questione è che la chirurgia estetica sta semplicemente diventando più popolare come tendenza generale, tra entrambi i sessi. L’American Society of Plastic Surgeons ha riferito che nel 2007 sono state eseguite quasi 12 milioni di procedure di chirurgia plastica, con un aumento del sette percento rispetto all’anno precedente. Ciò ha rappresentato un aumento del 9% della quantità di denaro speso per la chirurgia estetica negli Stati Uniti nello stesso anno, per un totale di $ 12,4 miliardi.

È interessante notare che l’ASPS ha riferito che la grande maggioranza di tutte le procedure cosmetiche (circa 10 milioni) non sono interventi chirurgici, ma procedure minimamente invasive come microdermoabrasione e iniezioni di Botox. Tra i casi chirurgici reali, la procedura più popolare rimane l’aumento del seno. I finalisti includono liposuzione, rinoplastica (lavori al naso), blefaroplastica (chirurgia palpebrale) e addominoplastica.

La chirurgia plastica ha meno stigma per gli uomini ora:

I pazienti di sesso maschile costituiscono solo il nove per cento della base di chirurgia estetica, ma questa percentuale rappresenta un tasso di crescita significativo negli ultimi anni. Man mano che sempre più uomini eseguono procedure, diventa più mainstream e meno “tabù” o “effeminato” e sempre più uomini stanno considerando di fare un lavoro.

Ecco le procedure che gli uomini desideravano di più nel 2007 (secondo l’ASPS):

– La procedura maschile più eseguita dai chirurghi plastici è stata il rimodellamento del naso con circa 70.000 casi.

– Il secondo intervento più popolare è stato quello delle palpebre, con 35.000 pazienti, seguito dalla liposuzione con 33.000 interventi eseguiti, poi ginecomastia o riduzione del seno con 21.000 casi, e il quinto posto è andato ai trapianti di capelli con 13.000 casi.

– I chirurghi estetici hanno registrato i tassi di crescita più elevati tra gli uomini per lifting (aumento del 16% rispetto al 2006), dermoabrasione (aumento del 10%) e impianti pettorali (aumento dell’8%).

– In termini di procedure minimamente invasive, le più popolari sono state le iniezioni di Botox con 396.000 casi, la microdermoabrasione con 184.000 casi, l’epilazione laser con 177.000 casi, i peeling chimici con 85.000 casi e il laser per il resurfacing cutaneo con 32.000 procedure.

– La procedura minimamente invasiva che ha visto l’aumento maggiore è stata l’iniezione di filler nei tessuti molli con idrossilatite di calcio (+134% rispetto al 2006). Altri aumenti includono un aumento del 36% del trattamento laser delle vene delle gambe, un aumento del 32% del resurfacing cutaneo laser e un aumento del 15% dei trattamenti anticellulite.

Sempre più uomini si stanno dirigendo dal chirurgo estetico in questi giorni per molte ragioni. Programmi TV con rifacimenti estremi che includono interventi di chirurgia plastica su polpacci, mento, guance e glutei rendono queste procedure più attraenti per gli uomini. Gli standard di bellezza della società iniziarono ad applicarsi sia agli uomini che alle donne. La chirurgia estetica è entrata anche nella fascia di budget di molti americani negli ultimi anni, rendendola più conveniente e meno stravagante di lusso.

Leave a Comment