Autodifesa di base

La prima lezione da imparare sull’autodifesa è che sei importante. La risorsa più preziosa che tu abbia mai sei tu. Nessuno ha il diritto di ferirti, intimidirti o molestarti. Hai il diritto di proteggerti e per cui vale la pena lottare. La seconda lezione più importante è imparare a capire che la tua mente è la tua arma più preziosa, nell’autodifesa usiamo la nostra mente per controllare il panico e la paura, usiamo il nostro cervello per valutare una situazione e giudicare l’azione più appropriata da intraprendere.

Usiamo il cervello per fare delle scelte e fare delle scelte è una parte importante dell’autodifesa.

L’autodifesa non riguarda solo l’apprendimento di alcune tecniche; riguarda tutte le cose che facciamo ogni giorno per rendere le nostre vite più sicure. Gran parte è buon senso e il resto ha senso. Alcune cose che puoi fare senza pensare se indossare la cintura di sicurezza, attraversare la strada o usare un coltello in sicurezza. C’è stato un tempo in cui le persone dovevano essere costrette a indossare le cinture di sicurezza in macchina, in questi giorni le persone semplicemente si siedono in macchina e si chinano senza pensare.

Dimostra che quando fai qualcosa abbastanza spesso, diventa un’abitudine, quindi diventa istintivo.

Linguaggio del corpo – Fissare il pavimento, spalle curve, nascondere le mani in tasca e farsi piccolo trasmette il messaggio “Sono debole e vulnerabile”. Le donne sono prese di mira come facili prede, quindi avere un linguaggio del corpo forte riduce il rischio di essere un bersaglio. Stabilisci un contatto visivo con le persone in modo da far loro sapere che le hai viste (è molto meno probabile che i potenziali criminali facciano qualcosa se pensano di poter essere identificati). Oscilla le braccia mentre cammini, prendi spazio. Un forte linguaggio del corpo non solo influenza il modo in cui gli altri ti vedono, ma aumenta anche la tua sicurezza.

Confronta i predatori per le strade con i predatori in natura, non cercano l’animale più grande, più audace e più forte da abbattere, ma quelli deboli, feriti o isolati. Cerca di non metterti in una posizione in cui aumenta la tua vulnerabilità. I predatori non cercano un combattimento ma un’uccisione facile e quando il bersaglio si vendica ferocemente il predatore spesso abortisce.

Strategie verbali

Essere assertivi è una parte importante per prendere il controllo della tua vita. Se il comportamento di qualcuno ti fa sentire a disagio, a disagio o spaventato, affrontalo. Di’ loro – Dai un nome al comportamento, Criticalo, dì loro cosa vuoi che facciano: – “Mi tocchi costantemente, non mi piace, smettila” – Ripeti se necessario. Questo è un modo diretto e non vincolante per affermare ciò che vuoi, evita di dire per favore quando ti fai valere. Se qualcuno ti disturba in un luogo pubblico, fai una scenata, sarà molto più imbarazzante per quella persona che per te. Anche la tua voce è un’arma. Urlando avviserà le altre persone in giro e potrebbe spaventare un aggressore. Può anche aiutare a trasformare la tua paura in aggressività – Grida “NO” forte e profondo dallo stomaco. Fidati del tuo istinto, se qualcosa non sembra giusto, probabilmente non lo è. Dì che qualcuno di cattivo ti sta seguendo: fidati del tuo istinto e fai qualcosa, che si tratti di affrontarlo, mettersi in salvo, chiamare qualcuno o preparare un’arma.

Prendi un cellulare, è economico se è solo per le emergenze, non solo puoi chiedere aiuto da qualsiasi luogo, ma puoi anche usarlo come arma (se impari come).

Incoraggiamo le persone a usare la propria voce una volta iniziato uno scontro fisico. Urlando forte mentre si prende a pugni ha molteplici scopi. In primo luogo, puoi sorprendere l’attaccante con un urlo improvviso forte, inoltre attiri l’attenzione su di te in modo che qualcuno possa venire in tuo aiuto, puoi creare testimoni che possono essere utili se hai causato danni fisici al tuo aggressore in Autodifesa come potrebbe beh succede in una situazione in cui è solo la tua parola contro la loro, tuttavia, se un passante ti ha sentito gridare “Lascia andare, lascia andare” allora diventa improvvisamente una prova. Urlando tende anche la tua zona addominale, quindi se ricevi un colpo allo stesso tempo, è molto meno probabile che ti rimanga senza fiato.

Leave a Comment