Autodifesa per le donne che vivono sole

Oggigiorno molte donne vivono sole, in appartamenti, condomini e nelle proprie case. Abbiamo tutto il diritto di vivere a nostro piacimento come qualsiasi uomo. Non dovremmo vivere diversamente o prendere precauzioni particolari, ma, purtroppo, dovremmo. L’autodifesa per le donne che vivono da sole è un insieme di abitudini che possono aiutarci a proteggerci creando l’illusione di non vivere da sole e tattiche di evitamento che ci rendono obiettivi difficili.

Se ti stai trasferendo in un condominio, non prendere un appartamento al piano inferiore o al piano terra. Questi pavimenti offrono maggiori opportunità per le effrazioni delle finestre. Allo stesso modo, se vivi in ​​una casa, assicurati che le finestre ai piani inferiori siano sicure (chiuse dall’interno – tende chiuse) e prive di qualsiasi ostacolo visivo esterno, come cespugli e altri materiali paesaggistici, in modo che possa essere facilmente visto. dalla strada e dai vicini.

A proposito di vicini, conosci il tuo. Non devi renderli tutti i tuoi migliori amici. Hai solo bisogno di familiarizzare con loro. Potreste tutti prestare attenzione l’uno all’altro. Potrebbero anche fornirti un rifugio sicuro se ti trovi in ​​una situazione in cui pensi che la tua casa non sia sicura – qualcuno è in casa tua – o se sospetti che qualcuno lo sia stato.

Quando identifichi la tua casella di posta, il cicalino o la porta, usa solo il tuo cognome e l’iniziale. Non dire mai che sei solo con estranei. Potresti gridare “Lo prendo!” dopo aver controllato lo spioncino e prima di aprire la porta. Se una persona di servizio si presenta inaspettatamente alla porta, visualizza il suo ID e chiama l’azienda per assicurarti che si tratti di una chiamata di servizio legittima.

Se hai una segreteria telefonica sulla rete fissa, non inserire il tuo nome, solo il tuo numero se lo ritieni necessario. Non dire che non sei a casa, dì solo “noi” non possiamo rispondere al telefono in questo momento. Ho visto il suggerimento di chiedere a un amico o parente maschio di registrare il messaggio, anche se ciò potrebbe anche scoraggiare potenziali appuntamenti. Se non ce l’hai, ottieni l’ID chiamante.

Blocca le porte esterne: questa dovrebbe essere un’abitudine facile da imparare. Non rendiamo le cose facili per questi criminali! Se vivi in ​​un condominio, chiudi sempre a chiave la porta esterna, le porte delle aree comuni e, naturalmente, la porta della tua residenza. I lucchetti a catena, pur sentendosi al sicuro, sono in realtà facili da rompere con una spalla o un calcio. I catenacci vanno bene purché siano installati e bloccati correttamente. Per una maggiore sicurezza, è possibile installare un catenaccio sul retro (all’interno) di una porta. Può essere bloccato solo dall’interno e non può essere prelevato. Per ulteriori informazioni, visitare Autodifesa delle donne / Sicurezza domestica.

Questo ci porta alle chiavi. Non contrassegnare le chiavi con alcun ID. Avere portachiavi separati per le tue auto e la tua casa. Non lasciare l’apriporta del garage in auto in caso di furto dell’auto. Non lasciare un mazzo di chiavi di riserva nei soliti posti, che potrebbe essere ovvio per i criminali. Tieni sempre le chiavi a portata di mano quando ti avvicini alla tua auto o a casa. Tieni quello che ti serve nelle tue mani, pronto per partire.

Come sempre, l’autodifesa per le donne consiste in molte tecniche di buon senso praticate fedelmente fino a diventare una seconda natura. Per ulteriori informazioni, visita Sicurezza personale.

Leave a Comment