La necessità di interventi di chirurgia estetica e procedure per la cura della pelle

La chirurgia estetica sembra essere un’innovazione dell’era moderna; anche se questo non è esattamente il caso. La chirurgia estetica è in circolazione da molto più tempo di quanto la maggior parte delle persone pensi.

Il primo esempio conosciuto di chirurgia estetica risale al VI secolo aC e si trova in Sushruta-Samhita, un testo medico molto importante dell’antica India responsabile dei progressi cosmetici in India e nel resto del mondo.

Il testo è attribuito a Sushruta, e il suo miglior contributo alla chirurgia plastica è la rinoplastica, cioè la ricostruzione del naso. La natura influente di Sushruta-Samhita, le sue teorie sulla medicina, le conoscenze anatomiche e le procedure chirurgiche sono ancora rilevanti oggi.

Lo scopo principale di questa rassegna storica non era quello di evidenziare la destrezza e la conoscenza avanzata di Sushruta, ma di sottolineare il fatto che utilizziamo da secoli procedure cosmetiche per la cura della pelle, e sarebbe troppo sbagliato credere il contrario.

Questo ci porta a un’altra importante domanda, perché.

Cosa spinge le persone ad andare sotto i ferri e a scegliere interventi di chirurgia estetica?

L’industria dei cosmetici è in piena espansione. In poco meno di un decennio è aumentato di 5 volte, soprattutto a causa dell’aumento senza precedenti di procedure non chirurgiche come botox, filler dermici, ecc.

Con sempre più persone che intervengono per rallentare il nostro invecchiamento, sembra che l’idea di invecchiare con grazia sia ormai un anatema per la maggior parte delle persone.

Ci sono 2 ragioni principali per cui qualcuno rimuoverebbe l’inibizione e opterebbe per un trattamento chirurgico; o per mascherare un incidente o una malattia che ha instillato un senso di deturpazione nel paziente, o semplicemente per esaltarne e migliorarne l’aspetto estetico, che nella maggior parte dei casi è lo scenario più diffuso.

È altrettanto importante che anche il dermatologo cosmetico conosca le ragioni di ciò. In primo luogo, devono determinare se sono in grado di fornire il servizio desiderato o meno e, in secondo luogo, se la procedura scelta sarebbe vantaggiosa o meno.

Si scopre che alcune persone vorrebbero che il loro naso assomigli a una celebrità particolare, cosa che, data la diversità e l’unicità delle forme del corpo, non è sempre possibile.

Come nel secondo caso, alcuni pazienti non necessitano necessariamente di un intervento chirurgico. Spesso, le persone la cui autostima è ostacolata bussano alle nostre porte. È importante per loro capire che il vuoto viene da dentro e che nessuna procedura superficiale li farà sentire meglio. Nei casi più gravi, diventa imperativo rifiutare questi pazienti.

Le ragioni che hai per voler eseguire una procedura cosmetica determinerebbero se il dermatologo cosmetico accetta di operare o meno.

Alla fine, tutto si riduce ad alcuni motivi legittimi. Questi includono il recupero dei geni cattivi, l’inversione dei segni dell’invecchiamento e dei danni del sole, la correzione dei difetti fisici, il trattamento delle cicatrici da acne e la convalida sociale. Tuttavia, se stai solo mirando alla perfezione, se sei depresso o annoiato e vuoi comunque sottoporti a un intervento di chirurgia estetica, tieni presente che non ti servirà a niente.

Leave a Comment