Qual è la differenza tra chirurgia estetica e chirurgia plastica

Come la maggior parte delle persone, potresti pensare che la chirurgia estetica sia esattamente la stessa della chirurgia plastica. La maggior parte dei chirurghi plastici sceglie di concentrare la propria pratica sul primo e quindi i due termini sono spesso usati allo stesso modo. Tuttavia, questo è tecnicamente errato. Sebbene strettamente correlati, questi tipi di chirurgia non sono identici.

Obiettivi separati

La chirurgia estetica e la chirurgia plastica mirano a migliorare l’aspetto di un paziente, ma hanno filosofie di base diverse che guidano obiettivi, ricerca e formazione.

La chirurgia estetica mira a migliorare l’aspetto fisico

Questo tipo di chirurgia coinvolge principi, tecniche e procedure incentrate sul miglioramento dell’aspetto del paziente. In sostanza, mira a migliorare la simmetria, la proporzione e l’appeal estetico. Questa procedura può essere eseguita su tutte le parti del collo, della testa e del corpo. Poiché le aree trattate hanno funzioni normali, la chirurgia estetica è solo facoltativa. Viene eseguito da medici di diversi campi medici, come i chirurghi plastici.

Lo scopo della chirurgia estetica comprende:

Miglioramento del pane: aumento, riduzione, sollevamento

Rimodellamento corporeo: trattamento della ginecomastia, liposuzione, addominoplastica

Contorno viso, Miglioramento mento/guancia, Rinoplastica

Ringiovanimento del viso: lifting delle sopracciglia, lifting delle palpebre, lifting del viso, lifting del collo

Ringiovanimento della pelle: Botox, filler, laser resurfacing

La chirurgia plastica mira a riparare i difetti per ricostruire l’aspetto e la funzione normali

La chirurgia plastica è definita come una specialità chirurgica impegnata nella ricostruzione di difetti del viso e del corpo a seguito di disturbi congeniti, ustioni, malattie e traumi. Mira a correggere le aree del corpo che non sono adeguatamente funzionali e sono naturalmente ricostruttive. Sebbene la maggior parte dei chirurghi plastici scelga di seguire una formazione aggiuntiva e di eseguire anche interventi di chirurgia estetica, la loro formazione chirurgica si basa sulla chirurgia plastica ricostruttiva. In effetti, il nome dell’American Society of Plastic and Reconstructive Surgeons è stato cambiato in American Society of Plastic Surgeons nel 1999 per trasmettere con forza il messaggio che “i chirurghi ricostruttivi e plastici sono una cosa sola”.

Esempi di procedure di chirurgia plastica:

  • Chirurgia di riparazione delle ustioni

  • Ricostruzione del seno

  • Riparazione di difetti congeniti: riparazione di difetti alle estremità, palatoschisi

  • chirurgia della mano

  • Chirurgia di revisione della cicatrice

  • Ricostruzione dell’arto inferiore

La formazione in chirurgia plastica può essere completata attraverso un programma di residenza post-laurea.

I medici che hanno conseguito la certificazione del consiglio di chirurgia plastica devono completare una residenza in chirurgia generale e due anni aggiuntivi nel campo specifico. Sebbene i programmi di residenza possano includere la chirurgia estetica come parte della formazione di un chirurgo, di solito non vengono forniti con la formazione in ogni procedura cosmetica.

Pertanto, il titolo di “chirurgo plastico diplomato” indica un particolare livello di formazione ed esperienza in chirurgia plastica, ma non lo specifica per quanto riguarda la chirurgia estetica, poiché la formazione in residenza richiesta per ottenere l’abilitazione all’ente di chirurgia plastica potrebbe non venire con formazione nelle procedure cosmetiche più comuni. Non rivela se il medico sia o meno più formato in chirurgia estetica rispetto a un medico certificato in un’altra area di competenza.

La formazione in chirurgia estetica è per lo più completata dopo la formazione in residenza.

Attualmente, non esiste un programma di residenza negli Stati Uniti dedicato esclusivamente a questo tipo di chirurgia. Per questo motivo, i chirurghi estetici devono acquisire formazione ed esperienza dopo aver completato la formazione in residenza. Per fare ciò, devono completare la borsa di studio dopo la residenza.

Leave a Comment