Questioni legali relative all’autodifesa – Si può essere citati in giudizio per legittima difesa?

Stava camminando su un sentiero nella contea di Coconino, in Arizona, nel 2004, quando all’improvviso un cane ringhiante si è imbattuto nel sentiero che correva dritto verso di lui. Ha tirato fuori rapidamente la sua pistola e ha sparato un proiettile nel terreno. Il cane si è poi ritirato in salvo, poi all’improvviso un uomo arrabbiato è arrivato di corsa lungo il sentiero, minacciando di ucciderlo. Citando l’autodifesa, ha sparato tre colpi uccidendo l’aggressore.

Questo caso ha ricevuto l’attenzione nazionale, poiché portare un’arma da fuoco non è illegale in Arizona, molti lo hanno visto come un uso legale della forza mortale. Tuttavia, i pubblici ministeri non erano d’accordo e hanno accusato l’assassino di omicidio di secondo grado. Successivamente è stato riconosciuto colpevole e condannato a 10 anni di carcere. È un malinteso comune. La stragrande maggioranza degli americani non comprende le questioni legali associate all’uso della forza per legittima difesa.

Migliaia di persone sono state perseguite per uso eccessivo della forza per legittima difesa. La maggior parte è rimasta completamente scioccata quando è stata accusata di un crimine. Anche se non sono stati condannati, il costo delle loro spese legali e la pressione dell’accusa lasciano molta amarezza e risentimento nei confronti del nostro sistema legale. Questa è una questione legale complessa che pochissime persone non addestrate nella legge capiscono, anche agenti di polizia addestrati sono stati accusati di usare la forza non necessaria e alcuni sono incarcerati.

Un mio amico di recente mi ha spiegato che se qualcuno avesse cercato di uscire dalla sua finestra giorno o notte, gli avrebbe sparato. Gli ho spiegato che anche i soldati in combattimento hanno regole di ingaggio. È avventato presumere che i civili abbiano carta bianca permessi per usare qualsiasi metodo di autodifesa. È essenziale rendersi conto che la minaccia del pericolo o la prevenzione del crimine non giustifica necessariamente giuridicamente l’uso della forza letale. Legalmente, l’uso illegale della forza letale è motivo di azione penale. Non importa se la persona muore davvero.

Uso legittimo della forza letale

Sebbene le leggi del tuo stato potrebbero non essere esattamente le stesse, la maggior parte sono essenzialmente unificate in questo concetto fondamentale. Puoi usare la forza letale solo per autodifesa per proteggerti da gravi lesioni fisiche o morte. Questa legge prevede anche la protezione degli altri. Se qualcuno ti ha attaccato con un’arma letale puoi usare la forza letale, d’altra parte, se qualcuno ti attacca solo con le mani in rare occasioni, ti sarà permesso usare la forza letale. Ad esempio, vieni picchiato duramente e l’attaccante si rifiuta di fermarsi.

Uso legittimo della forza non letale

L’uso di armi di autodifesa non letali per l’autoprotezione è l’approccio più realistico, nella maggior parte delle situazioni. È altamente improbabile che tu possa mai essere accusato di un crimine se li usi a tua difesa. Ciò include nei pochi stati in cui sono vietati. L’unica eccezione potrebbe essere se hai iniziato un alterco e hai usato l’arma. Tuttavia, se non hai avviato l’attacco, è probabile che sia consentito l’uso di armi di autodifesa non letali. Se si vuole evitare l’accusa, la scelta logica sarebbe quella di utilizzare armi non letali a meno che non si stia proteggendo te stesso o altri da lesioni gravi o morte.

Leave a Comment