Sanguinamento dopo la menopausa: devo preoccuparmi?

Cause comuni di sanguinamento postmenopausale

Il sanguinamento vaginale dopo la menopausa è considerato anormale e dovrebbe essere studiato da un operatore sanitario. Segnala la presenza di qualche tipo di problema ginecologico. Una delle potenziali cause potrebbe essere uno squilibrio ormonale. Questo è comune nelle donne che hanno avuto una terapia ormonale sostitutiva. La carenza di estrogeni può portare a secchezza della regione endometriale (rivestimento dell’utero). I vasi sanguigni in quest’area possono essere compromessi e iniziare a sanguinare.

Un’altra causa comune di sanguinamento è la presenza di fibromi o polipi. Ci sono due modi per distinguere il sintomo iniziale dalla loro presenza. Il più delle volte, i fibromi portano a forti emorragie che possono richiedere un intervento chirurgico. Si stima che 1 donna su 5 con fibromi abbia effettivamente una condizione cancerosa. I polipi di solito causano sanguinamento più leggero. Non tutte le crescite sull’utero sono cancerose; in effetti, le maggioranze non lo sono.

In che modo gli operatori sanitari diagnosticano le cause del sanguinamento vaginale postmenopausale?

I professionisti medici iniziano con una revisione dell’anamnesi e quindi, se necessario, eseguono un esame pelvico per valutare fisicamente se ci sono anomalie che possono essere avvertite. Le regioni cervicali e vaginali vengono attentamente esaminate. Questo può essere seguito da diagnostica per immagini. Le colture e le biopsie possono essere prese per aiutare ulteriormente a identificare le cause dell’emorragia. Se viene trovato il cancro, potrebbero essere necessari interventi chirurgici e altri trattamenti, come radioterapia e chemioterapia. Anche il cancro ovarico è un problema che può causare sanguinamento vaginale. Se diagnosticato, è necessario un intervento chirurgico per rimuovere uno o entrambi.

Altre cause di sanguinamento dopo la menopausa

Un’altra causa di sanguinamento può derivare dall’uso di alcuni prodotti farmaceutici o anche dai rapporti sessuali in alcuni rari casi. L’atrofia vaginale e la secchezza che hanno indebolito i tessuti vaginali possono portare alla lacerazione dei tessuti nei casi più gravi.

Anche le infezioni vaginali possono causare sanguinamento. La vaginosi batterica o le infezioni da lieviti sono condizioni altamente curabili, ma i loro sintomi possono essere un po’ spaventosi. Inoltre, anche le malattie sessualmente trasmissibili come la clamidia, il trichomonas e la gonorrea possono causare sanguinamento vaginale postmenopausale. L’ampia varietà di condizioni diverse che possono essere colpevoli richiede test per una diagnosi accurata e il miglior trattamento.

Come fai a sapere se hai un’emergenza?

Ogni volta che l’emorragia vaginale diventa così pesante da immergere un assorbente di dimensioni normali ogni ora, c’è motivo di preoccupazione. Questo è anormale e l’aiuto di emergenza dovrebbe essere cercato immediatamente. Tali condizioni possono causare grave anemia o comportare il rischio di invalidità o morte.

Conclusione

Il sanguinamento vaginale dopo la menopausa è anormale. Il primo pensiero che di solito attraversa la mente di una donna è la temuta malattia del cancro. Questo può essere il caso, ma ci sono molte altre condizioni che possono causare sanguinamento vaginale dopo la fine della menopausa. Crescite benigne come polipi o fibromi sono comuni e solo il 20% circa dei fibromi risulta essere maligno.

Gli squilibri ormonali possono anche portare a sanguinamento vaginale dopo la menopausa, poiché la mancanza di estrogeni può portare all’atrofia vaginale e all’indebolimento dei tessuti circostanti. Questi possono essere danneggiati, causando sanguinamento. Alcuni tumori sono anche una possibile causa di sanguinamento vaginale. Inoltre, le infezioni vaginali e alcune malattie sessualmente trasmissibili possono essere la causa.

Se si verifica qualsiasi tipo di sanguinamento vaginale dopo la fine della menopausa, c’è motivo di preoccupazione poiché è considerato anormale. Un’indagine approfondita da parte del tuo medico può aiutare a isolare la causa e, si spera, a calmare la mente mentre si tratta correttamente la condizione. Aspettare di essere testati può essere costoso perché condizioni più gravi o pericolose per la vita hanno un tasso di guarigione più elevato se rilevate in una fase molto precoce.

Leave a Comment