Se vieni attaccato in un piccolo bagno – Autodifesa per l’attacco al bagno

Di recente ho letto un articolo molto inquietante su una giovane donna che è stata aggredita sessualmente nel bagno di un aereo. È stata aggredita durante un volo con gli occhi rossi da un uomo ubriaco che era seduto accanto a lei sull’aereo. È difficile immaginare come possa accadere un attacco in un posto così piccolo, come il gabinetto di un aereo, con un sacco di passeggeri proprio accanto. Ma lo ha fatto. Non dobbiamo dimenticare che le aggressioni sessuali sono attacchi di opportunità. L’ha seguita in bagno, l’ha controllata, intimidita e aggredita.

Quando ho iniziato a ricercare attacchi al bagno, mi sono reso conto che era molto più comune di quanto avrei potuto immaginare. Ragazze e ragazzi nei bagni delle scuole, donne nei bagni dei centri commerciali, dei parchi e degli hotel.

È piuttosto scioccante quando una persona infuriata butta giù una porta, o si spinge dietro di te in un gabinetto, in un bagno pubblico o in un’area di riposo, per attaccarti. Permettimi di essere brutalmente chiaro con te. Quando qualcuno ti attacca in un bagno, è lì che lo fa, a causa della distanza fornita da un bagno.

L’obiettivo di un attaccante è ferirti, picchiarti e controllarti. Con il controllo e dopo aver inflitto danni fisici, può continuare ad aggredirti sessualmente e forse ucciderti.

Gli attacchi al gabinetto di cui ho sentito parlare sono avvenuti quasi gli stessi in ogni caso. La prima situazione si è verificata almeno tre o quattro volte e in aree diverse. Si tratta di incidenti che hanno coinvolto diverse donne sole che sono entrate nei bagni pubblici e sono state violentemente affrontate da un aggressore maschio, nascosto nel cubicolo.

La mia prima lezione è quella della consapevolezza. Una persona che sta scrivendo messaggi o al telefono sarà un bersaglio facile. Non essere incollato al tuo telefono. Fai attenzione a chiunque sia in agguato nelle vicinanze che potrebbe seguirti in bagno. Prestare attenzione a porte e serrature che sembrano essere state manomesse o danneggiate. Probabilmente è stato fatto deliberatamente. Fidati del tuo istinto, se qualcosa non va trova un altro bagno. Sii vigile quando sei da solo in un bagno. Quando un uomo esce da una bancarella, può semplicemente scherzare e fingere di pensare di essere nel bagno degli uomini.

Se sei una donna, prima azione, non ascoltare le sue scuse, corri verso l’uscita, gridando che un uomo ti sta seguendo in bagno. Se è rimasto nascosto lì per un po’, probabilmente sa esattamente quanto tempo ha prima che un’altra persona entri.

Seconda condizione. Sei in un cubicolo e qualcuno sfonda la porta. La prima reazione sarà di puro shock fino a quando la tua adrenalina non farà effetto. L’attaccante userà quel primo momento di shock per picchiarti o prenderti a pugni in faccia e in testa. Pugni e colpi alla testa possono disorientare una vittima. Potrebbe darti un pugno, colpirti in faccia con un oggetto o prenderti a calci in faccia più volte. Anche se sei stato colpito, devi agire. Gira la testa e appoggia la testa contro una delle tue spalle, e metti le braccia a circa sei pollici davanti alla testa e al viso, stringi i pugni per assorbire i colpi.

Scendi e scendi alla prossima bancarella, se puoi. Se cadi sotto, alzati subito. Se puoi, usa la porta come arma e sbattila in faccia all’attaccante. Tieni i pugni e le braccia in alto in difesa. Spingilo verso la stalla per liberare la tua fuga. Calcialo al ginocchio e inginocchialo all’inguine. Che ci crediate o no, le donne provano dolore anche se prese a calci o ginocchiate nell’area pubica.

Se non riesci a passare sotto la cabina successiva, spingi gli avambracci e i pugni nel mento o nel petto dell’attaccante mentre ti alzi. Colpisci con forza gli avambracci contro il viso, le costole, il petto e le spalle di qualsiasi cosa tu possa raggiungere. Colpo diretto alle ginocchia dell’attaccante. Preparati quando ti alzi che è probabile che l’aggressore cercherà di soffocarti per controllarti e immobilizzarti, o continuare a colpirti. Questo soffocamento può essere un attacco anteriore o posteriore.

Se l’attaccante cerca di rinforzarti da dietro, spingi i fianchi verso di lui per sbilanciarlo. Piegalo forte nelle costole. Quasi contemporaneamente fai un passo a destra con il piede destro, che lo sbilancia leggermente. Porta la gamba sinistra sopra la sua gamba destra e pianta il piede sinistro e la gamba appena dietro la sua gamba destra. Ruota il piede destro verso di lui. Ora sarai di fronte al suo lato destro. Non sarà in grado di tenerti stretto il collo finché sarai al suo fianco. Colpisci con il pugno sinistro dietro la schiena e verso le costole destre. Quindi, spingi l’avambraccio destro e il gomito verso di lui con tutte le tue forze, e questo movimento lo farà cadere in avanti e lontano da te. Corri verso la porta. Se ti becca di nuovo. Rimetti il ​​tallone nel suo ginocchio. Continua a scalciare e urlare.

Descriverò anche il breakout sopra dal lato sinistro come riferimento. Spingi i fianchi verso di lui, dagli un gomito, fai un passo a sinistra e posiziona immediatamente il piede destro sopra e dietro la sua gamba sinistra, fai oscillare il piede sinistro verso di lui. Colpisci con la tua mano destra nelle sue costole e dietro, quindi con l’avambraccio sinistro, sbattilo in avanti e lontano da te.

Un altro trucco che utilizzerà l’abusante è sbattere la testa contro un muro o una superficie dura come il lavandino, il water o l’asciugamani. Metti le mani e gli avambracci davanti alla tua faccia, quindi se ti sbatte, le tue braccia assorbiranno l’impatto, non la tua faccia. Porta il mento verso una delle tue spalle. Rimetti il ​​tallone in grembo. Continua a fare marcia indietro, prova a calpestare il suo piede. Quando l’attaccante allenta la presa, gira anche leggermente il tuo corpo verso di lui con il gomito e l’avambraccio dritti. Questo ti dà diverse opzioni, di difesa. Ruota il gomito contro le costole, lo sterno, la testa, quindi segui con l’altro pugno verso la testa, le costole, la gola o lo sterno.

Ultimo scenario di soffocamento dalla parte anteriore. Molto probabilmente ti affronterà e userà entrambe le mani per premere o stringere il collo. Una mossa fantastica ed efficace da compiere, indipendentemente dalla tua altezza, è raggiungere le sue braccia tese, afferrare la mano più lontana dalla tua mano che hai appena spostato.

Ad esempio, con la mano destra allunga la mano e prendi il mignolo della sua mano destra e tiralo su verso il soffitto. Con la mano destra, mantenendo il controllo della sua mano destra, premi con l’avambraccio contro i suoi polsi per fare pressione, continua a piegare il mignolo verso il soffitto. Non appena inizia a rilassarsi, fai un passo a destra. Continuerai a premere il palmo della sua mano contro la sua mano, e girerai lentamente il lato rosa verso l’alto e tirerai la sua mano destra verso di te e verso destra. Continua a piegare il mignolo verso l’alto. Con l’altra mano, premi il palmo contro il suo gomito e muovi il piede sinistro parallelamente al piede destro. I tuoi piedi sono aperti alla larghezza delle spalle.

Se gli afferri la mano destra con la destra, fai un passo a destra e lo tiri da quel lato, premendo il palmo sinistro contro il suo gomito destro. Indovina un po’, se non vuole che il gomito si rompa, si muoverà con te. Mentre inciampa, mentre gli tieni il braccio, metti un ginocchio sulla sua faccia. È più facile con il ginocchio destro. Se hai allungato la mano sinistra, gli afferrerai il mignolo sinistro e lo tirerai verso il soffitto. Appoggia l’avambraccio sui suoi polsi e fai un passo a sinistra. Controlla la sua sinistra con la tua sinistra e premi il palmo della mano destra contro il suo gomito. Regola la posizione dei tuoi piedi in modo che siano paralleli, e questo ti mette in una posizione migliore per metterlo in ginocchio al viso e alla testa con il ginocchio sinistro.

Un rapinatore del bagno è qui per ferirti e intrappolarti! Non sarà bello, non è una scena da film provata. Tutto fa male e sarai esausto, terrorizzato e incapace di respirare. Ma ricorda questo, lui o lei non sa che stai per entrare in battaglia. Un attaccante sarà sconvolto e scioccato dal fatto che tu abbia appreso alcune buone abilità di combattimento e possa offenderti per liberarti. Se lasci cadere la borsa, la borsa o la giacca durante questo momento frenetico, non tornare indietro. Devi metterti in salvo. Mantieni la concentrazione e il tuo obiettivo e lo farai.

Leave a Comment