Arti di autodifesa e arti marziali

Ci sono molte scuole di autodifesa ovunque, scegliere la giusta scuola di arti marziali è davvero importante. Ogni arte ha il suo significato e le sue tecniche di autodifesa. Tuttavia, hanno tutti una denominazione comune di mantenere un corpo e una mente sani.

Gli sport di autodifesa più popolari sono il taekwondo, il kung fu, il karate e il kenjutsu. Questi sport di contatto non solo aiutano a mantenersi in forma e in salute, ma al contrario portano disciplina e senso di responsabilità. L’allenamento a lungo termine aiuta ad acquisire la piena conoscenza dell’arte marziale. Tuttavia, qualsiasi sport di arte marziale richiede duro lavoro e pazienza per eccellere e padroneggiare le tecniche. Poiché viviamo in un mondo pericoloso circondato da criminali, la sua pratica aiuta molto nell’autodifesa.

Taekwondo: è originario della Corea del Sud ma è appreso in tutto il mondo. L’enfasi principale è sui calci e pugni nel Taekwondo. Le persone che imparano questo si chiamano Jin e anni di pratica delle arti marziali aiutano il corpo a essere in forma, in particolare le gambe.

Il Taekwondo ha due stili, uno sotto la Federazione Internazionale e l’altro sotto la Federazione Mondiale. Insegna pugni e calci ed è suddiviso in quattro sezioni: Tonificazione, Combattimento, Forme e Autodifesa. È un programma di esercizi che comprende la tonificazione muscolare, lo stretching e la flessibilità, aumentando la forza e la resistenza attraverso l’allenamento aerobico. I calci usati nello sparring del Taekwondo sono più sorprendenti che in qualsiasi altra arte.

Queste arti non si limitano ai talentuosi; invece, chiunque può imparare le basi dell’autodifesa. L’autodifesa ha così tanti livelli. Ciò include consapevolezza, comunicazione, negoziazione, linguaggio del corpo e molti altri. Tieniti in forma partecipando a una delle arti marziali.

Leave a Comment