Metsubishi – Utilizzando il principio ninja "Eliminazione della vista" Per l’autodifesa moderna

Uno dei problemi con l’apprendimento del ninjutsu, sia che ci si alleni in un dojo o che si impari attraverso programmi di addestramento ninja online, è che può essere facile farsi prendere dal cosiddetto “approccio classico”. È qui che i pezzi da museo antichi diventano il fulcro della formazione, piuttosto che l’applicazione di antichi principi e concetti di autodifesa nel mondo moderno di oggi.

Una delle armi del Ninja che tende a rimanere in questo senso “classico” è quella del Guerriero Ombra. metsubishi (pronunciato anche: “metsubushi”). Conosciuta come “polvere accecante” – la sostanza che crea l’effetto “cortina fumogena” – la parola significa in realtà “rimozione della vista”.

Questo articolo offre 5 oggetti comuni che puoi usare per la moderna autodifesa in sostituzione della cosiddetta “polvere accecante” del Ninja. Quindi, invece di portare in giro un guscio d’uovo nascosto ripieno di un antico impasto, ecco alcune cose molto comuni e quotidiane che possono essere utilizzate strategicamente per ottenere gli stessi risultati del metsubishi è stato originariamente progettato per. Loro capiscono.

1) Perle. Se indossi un braccialetto di perline, potresti romperlo e lasciare che le perline scivolino via dal cordone e cadano nella tua mano. Quindi gli oggetti sciolti, incluso lo spago, possono essere lanciati contro il tuo aggressore quando sei pronto per muoverti.

Può essere difficile distruggere i tuoi gioielli, soprattutto se sono costosi o hanno un valore affettivo. Ma, in una situazione di autodifesa, devi decidere, al momento, se l’oggetto che potrebbe salvarti la vita ha lo stesso valore della tua stessa vita.

2) Torcia. Anche se puoi usare una torcia standard, trovo che questi minuscoli portachiavi siano armi perfette per questa tattica. Riesci a immaginare come ci si sente quando una luce improvvisa e brillante colpisce gli occhi del tuo aggressore dopo che si sono completamente dilatati per accogliere l’oscurità della notte? Non solo li sorprenderai, ma il trauma agli occhi, ora costretto a un punto preciso, accecherà l’attaccante per più dei pochi secondi necessari per scappare in sicurezza o ribaltare la situazione!

3) Neve. Ovviamente una tattica riservata a un certo periodo dell’anno, così come a quelli di noi che hanno davvero la neve. Ma volevo aggiungere questo all’elenco per assicurarmi di non ignorare il terreno o un aiuto di autodifesa così ovvio solo perché il terreno, la terra e l’erba di cui ho parlato prima erano coperti.

4) Aerosol. Può essere qualsiasi cosa, dalla colonia o profumo alla lacca per capelli e persino repellente per insetti. In effetti, uno dei suggerimenti che do agli studenti per sostituire lo spray al peperoncino è un repellente per insetti, in particolare del tipo progettato per spruzzare nidi di vespe e calabroni.

L’uso di irritanti chimici crea sempre una finestra di opportunità più lunga, ma richiede anche una maggiore consapevolezza da parte tua sia della direzione del vento che della direzione in cui punta l’ugello. L’ultima cosa di cui hai bisogno per proteggerti da un attaccante impazzito è spararti negli occhi con il tuo stesso spray!

5) La tua stessa mano. Nel nostro tentativo di padroneggiare tecniche, tattiche e strategie di autodifesa, possiamo trascurare le cose più semplici. Invece di limitarti a prendere a pugni o afferrare con le mani, puoi usarle in vari momenti in una situazione di autodifesa per coprire gli occhi del tuo aggressore mentre esegui un’altra tecnica dannosa. La cecità improvvisa attirerà la sua attenzione sulla tua mano e ti permetterà di fare efficacemente tutto ciò che vuoi in quel momento.

Contrariamente alla credenza popolare, l’idea di metsubishi, “che toglie la vista”, non si limita alla miscela omonima. In effetti, la polvere fisica stessa è solo un riflesso del concetto più ampio. Proprio come ci sono molti modi per influenzare la capacità di vedere di qualcuno, ci sono anche molti oggetti e metodi per raggiungere questo obiettivo.

La magia del Ninja non sta nelle sue armi e nei suoi “trucchi”. L’elemento critico dell’arte del Ninja che lo rende perfettamente adatto per l’autodifesa moderna è la sua capacità di permetterti di adattarlo a quando e dove ti trovi.

Leave a Comment