Bellezza a tutti i costi – Aiutare le giovani donne a evitare questa pericolosa trappola

Non è un segreto che la nostra società e i media hanno stabilito e continuano a promuovere uno standard di bellezza idilliaco, quasi impossibile, contro il quale le donne si giudicano costantemente e ancora aspirano a raggiungere.

Con l’avvento della chirurgia estetica e dei trattamenti facilmente accessibili, questa ricerca ha raggiunto un nuovo climax. Secondo una stima, le donne americane spendono quasi 7 miliardi di dollari all’anno in prodotti utilizzati nella ricerca della bellezza.

E tutti abbiamo visto o sentito storie di donne dipendenti dal Botox o dalla chirurgia plastica – alcune hanno avuto così tanti pizzichi e rughe che i loro volti sembrano personaggi dei cartoni animati e tuttavia vogliono di più! Questi casi estremi sono vittime di una cultura popolare satura di immagini di celebrità e di modelle aerografate, ipersessualizzate, con i capelli perfetti che a volte possono far sentire un po’ insicuri o inadeguati anche i più sicuri di noi.

L’entità di questo problema è stata documentata in un rapporto del 2008 pubblicato dall’YWCA intitolato “Beauty At Any Cost”. Il rapporto mette in evidenza le sostanziali implicazioni per la salute delle donne sul tapis roulant senza fine del “raggiungere una bellezza irrealistica”. Attraverso diete croniche e malsane, l’uso del tabacco come aiuto per la perdita di peso, l’assunzione di rischi inutili durante gli interventi di chirurgia estetica e l’assunzione di sostanze chimiche pericolose attraverso i cosmetici, le donne si mettono in situazioni di salute precarie per mantenere una parvenza del loro sé fisico idealizzato . Donne e ragazze sono esposte a problemi di salute per tutta la vita e i problemi iniziano in tenera età.

A ciò si aggiunge un’industria cosmetica non regolamentata da $ 50 miliardi all’anno che inserisce quantità illimitate di sostanze chimiche nei prodotti per la cura personale senza test o monitoraggio richiesti degli effetti sulla salute, pronta a sfruttare questi ristretti standard di bellezza per convertire donne e ragazze in clienti per tutta la vita. Molte di queste aziende fanno di tutto per commercializzare i loro prodotti a adolescenti e “tweens” (8-12 anni) per questo scopo. Il loro obiettivo è creare prodotti economici che attirino questa fascia demografica con poca o nessuna considerazione per il potenziale impatto sulla salute o sull’ambiente delle sostanze chimiche utilizzate per produrli.

Chiaramente, le ragazze giovani e adolescenti sono più vulnerabili e suscettibili alle lesioni che mai. Tuttavia, con una piccola guida, possono imparare a fare scelte più sicure e più sane per se stessi e dare l’esempio ai loro coetanei.

Cosa puoi fare per aiutare le ragazze e gli adolescenti che conosci a non cadere in questa trappola? Ecco alcune linee guida che puoi utilizzare:

1. La responsabilità inizia e finisce con te

La maggior parte dei bambini è influenzata dai comportamenti e dagli atteggiamenti dei propri genitori e tutori. Sta quindi a te impostare l’asticella di ciò che è accettabile. Se vuoi che le tue figlie, nipoti o sorelle minori adottino abitudini sane, assicurati di fare lo stesso. Dai un’occhiata al tuo inventario di cosmetici e prodotti per la cura personale ed elimina quelli che contengono ingredienti noti per essere dannosi. Se non sei sicuro da dove cominciare, dai un’occhiata al database sulla sicurezza dei cosmetici Skin Deep del gruppo di lavoro ambientale disponibile online.

Il loro database completo ha oltre 25.000 cosmetici e prodotti per la cura della pelle di grandi aziende e aziende più piccole di cui potresti non essere nemmeno a conoscenza. I prodotti sono stati tutti ricercati, catalogati e classificati per motivi di sicurezza sulla base dei dati attualmente disponibili sulla tossicità dei loro ingredienti. Il database fornisce anche elenchi dei primi 10 e peggiori prodotti e aziende in base alle loro valutazioni.

Mostra loro come utilizzare il database e chiarisci che non finanzierai l’acquisto di prodotti che sono stati classificati come aventi problemi di sicurezza elevati.

2. Trasformali in acquirenti intelligenti

Condividi le tue preoccupazioni con loro sulla sicurezza di molti prodotti di bellezza sul mercato e su come anche piccole quantità di esposizione ripetuta a determinati ingredienti possono causare danni. Insegna loro a leggere le etichette dei prodotti e a cercare gli ingredienti problematici da evitare.

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti richiede che gli ingredienti siano elencati in ordine decrescente di concentrazione. Gli ingredienti elencati in alto sono quindi i più comuni e quelli a cui bisognerebbe prestare maggiore attenzione.

Teens Turning Green (ex Teens for Safe Cosmetics) ha compilato un elenco di sostanze chimiche nei prodotti per la cura personale da evitare chiamato Dirty Thirty. Puoi scaricarlo dal loro sito. Esamina insieme l’elenco, quindi utilizzalo come guida per leggere le etichette ed escludere i prodotti che le contengono.

3. Incoraggiarli ad agire

Non c’è niente di più potente di bambini e adolescenti uniti e impegnati in azione per una buona causa, e quale potrebbe essere una causa più degna della loro salute e sicurezza? Incoraggiateli a saperne di più su questo problema e su come possono essere coinvolti per fare la differenza.

Che si tratti di agire per fare pressione sul governo affinché regolamentare i cosmetici, o di partecipare a boicottaggi dei consumatori che costringono le aziende a cambiare in risposta alle tendenze del mercato, o di unirsi a gruppi che insegnano e promuovono l’autostima e un’immagine corporea sana, tutte queste attività servono a illuminare loro e rafforzano i messaggi positivi che alla fine li porteranno a fare scelte migliori e influenzeranno i loro amici a fare lo stesso.

4. Passa a alternative più ecologiche e rendile divertenti

Organizza una festa termale a casa tua per le tue ragazze e i loro amici e presenta loro la varietà sempre crescente di prodotti per la cura della pelle sani e sicuri, fragranze naturali e cosmetici disponibili e rendili “cool” in modo che esplorino e assecondino i loro sensi . Rendilo un evento ricorrente in modo che abbiano la possibilità di essere costantemente esposti a molti prodotti nuovi e diversi.

Oppure portali al negozio di alimenti naturali locali per uno shopping sfrenato dove puoi rivedere e confrontare i prodotti insieme e organizzare un concorso per vedere chi sceglie per primo i migliori. Ricorda che solo perché un prodotto è venduto in un negozio di alimenti naturali o prodotti naturali non significa che sia sicuro o naturale. Questo può essere un ottimo momento di insegnamento per aiutare loro (e te) a diventare un vero acquirente esperto.

5. Premiali per aver fatto buone scelte

Concentra i tuoi sforzi nell’aiutarli a fare le migliori scelte possibili, quindi premiali per questo. Assicurati che le ricompense che dai loro corrispondano a ciò che stai cercando di insegnare loro. In altre parole, non premiare le buone scelte in un’area con quelle sbagliate in un’altra (ad esempio, portale fuori per il cibo spazzatura o offri loro caramelle).

Se riesci a convincerli che i prodotti per la cura personale realizzati con ingredienti biologici sono migliori, è probabile che tu possa convincerli che anche gli alimenti biologici e gli alimenti realizzati senza sostanze chimiche o additivi sono migliori per loro. !

Copyright 2009 Dropwise Essentials

Leave a Comment