Non sei solo quello che mangi: cosmetici e l’effetto cocktail chimico

Siamo tutti sempre più consapevoli della necessità di mangiare bene e fare esercizio per proteggere la nostra salute futura ed evitare malattie come il cancro. Tuttavia, non è solo ciò che mangiamo a finire nei nostri corpi. Ogni giorno siamo circondati da migliaia di sostanze chimiche che strofiniamo sulla nostra pelle, nebulizziamo nell’aria e assorbiamo. Ci copriamo con prodotti di bellezza chimici e manteniamo pulite le nostre case rilasciando centinaia di sostanze chimiche potenzialmente dannose nel nostro ambiente personale. Per sentirsi sereni, profumiamo la nostra casa con prodotti legati a tumori come il cancro al seno. La gamma di cosmetici e prodotti di bellezza offerti è ora così vasta che la scelta di uno shampoo può richiedere ore, ma la maggior parte di questi prodotti contiene ingredienti potenzialmente dannosi e poche sostanze chimiche sono testate per gli effetti dell’uso a lungo termine. Le donne ora usano una media di 20 diversi prodotti per la cura della persona ogni giorno, ciascuno contenente 10 o più sostanze chimiche.

C’è un numero crescente di ricerche per dimostrare il potenziale danno dell ‘”effetto cocktail chimico”; le interazioni sconosciute che si verificano tra le sostanze chimiche utilizzate insieme nei prodotti di uso quotidiano. Potrebbe interessarti sapere che, a differenza dell’industria alimentare, l’industria cosmetica è in gran parte autoregolata; c’è poco controllo su ciò che va nei prodotti. Ma come l’industria alimentare, sappiamo che questa industria multimiliardaria si occupa principalmente di fare soldi, e quindi tagliare gli angoli, e utilizzare prodotti economici, altamente trasformati e di origine chimica; spesso sottoprodotti dell’industria petrolchimica.

Solo per divertimento, ecco l’elenco degli ingredienti per il mio popolare detersivo per le mani “Rivitalizzante” con oli essenziali naturali (che troverai tutti in molti dei tuoi prodotti di bellezza):

o Aqua: è solo acqua, anche se l’acqua sembra decisamente più costosa.

o Sodium Laureth Sulphate: sarà presente in molti dei tuoi prodotti di bellezza ed è un agente schiumogeno. La Food and Drugs Administration statunitense lo classifica come un farmaco a causa dei suoi effetti sul corpo umano. È un potente detergente e viene utilizzato dai garage per pulire l’olio dal pavimento; priverà la pelle dei suoi oli naturali, lasciandola asciutta e non protetta. È legato a problemi agli occhi e può combinarsi con altre sostanze chimiche utilizzate nel prodotto per produrre agenti cancerogeni. sostanze chimiche cancerogene. A causa del suo effetto sull’equilibrio naturale dell’olio della pelle, è meglio evitare prodotti contenenti questa sostanza chimica se si soffre di eczema, acne, rosacea o sensibilità della pelle.

o Cocamidopropil Betaina: agente addensante, emulsionante e antistatico, poco costoso da produrre, versatile nei suoi usi e legato da studi scientifici a dermatiti da contatto, eczema e sensibilità cutanea in alcune persone.

o Parabeni metilici: la famiglia dei parabeni (metil, etile, propile) si trova in un’ampia gamma di prodotti di bellezza e sono noti per alterare il naturale equilibrio ormonale del corpo. Sono fortemente legati ai tumori, con uno studio dell’Università di Reading che ha trovato parabeni presenti nei tumori al seno e che potenzialmente causano problemi di fertilità o sviluppo fetale. Si trovano spesso nei prodotti per neonati e bambini, così come in molte lozioni e creme per la pelle. Sono classificati come tossici e sono anche noti per causare problemi alla pelle come sensibilità cutanea, prurito, bruciore, vesciche ed eruzioni cutanee.

o Cloruro di sodio: sale.

o Profumo: un profumo sintetico. Queste sostanze chimiche sono in gran parte derivate da prodotti petrolchimici (buono) e entrano nel corpo attraverso l’assorbimento, l’inalazione o l’ingestione della pelle. Si ritiene che 1/3 delle fragranze sintetiche causi sensibilità e problemi alla pelle e la Food and Drugs Administration statunitense le classifica come la principale causa di reazioni allergiche ai prodotti di bellezza. Non ci sono prove dei possibili effetti a lungo termine di questi farmaci. Alcune fragranze sintetiche come i muschi possono bioaccumularsi nel corpo e concentrarsi nei grassi (compreso il latte materno). La maggior parte delle persone accumula quantità significative di queste sostanze chimiche nei loro corpi, portando Germania e Giappone a vietarne molte nei prodotti di bellezza. Saranno ampiamente utilizzati nelle fragranze per la casa.

o Citrus Aurantium Dulcis: Estratto di Arancia Dolce – finalmente qualcosa di naturale!

o Citrus Aurantium Amara: olio di arancia amara.

o Cymbopogon Schoenanthus: estratto di citronella.

o Olea Europaea: nonostante il suo nome di fantasia, questo è solo estratto di oliva.

o Tetrasodium EDTA: considerato sicuro se usato in piccole quantità nei cosmetici, è anche usato in grandi quantità nei detersivi per la casa. Questo composto chimico può influenzare il corpo a livello cellulare, consentendo alle sostanze chimiche di entrare più facilmente nelle cellule. Viene rapidamente eliminato dal corpo attraverso l’urina e si accumula nell’ambiente nelle acque sotterranee, nei fiumi e nell’acqua potabile, e come tale è di grande interesse ambientale. Sono necessari ulteriori studi per determinare i potenziali effetti sulla salute negli esseri umani e lungo tutta la catena alimentare.

o Lattato di sodio: noto irritante per le vie respiratorie, gli occhi e la pelle in grandi quantità. Viene utilizzato anche nell’industria alimentare.

o Polyquaternium-7: questa sostanza chimica può scomporsi in sostanze chimiche legate al cancro e ad altri problemi di salute. Si ritiene che i test di sicurezza eseguiti all’interno del settore potrebbero non essere sufficienti per determinare un vero fattore di rischio.

o Benzoato di sodio: questa sostanza chimica è sicura solo in piccole quantità ed è una tossina classificata. Si sospetta che abbia un effetto tossico sul cervello, sulla pelle, sul sangue, sul fegato, sui reni e sul sistema gastrointestinale. A causa delle preoccupazioni sulla tossicità, ha un limite di sicurezza per l’aggiunta ai cosmetici, sebbene non sia stato fornito un limite di sicurezza per i prodotti in cui può essere inalato.

o Acido citrico: questo ingrediente non è stato valutato per la sicurezza poiché si ritiene che sia completamente sicuro per l’uso.

o Glicole propilenico: un sottoprodotto dell’industria petrolifera, utilizzato anche nell’antigelo e nel liquido dei freni. Può causare sensibilità alla pelle e consente alla pelle di essere penetrata più facilmente da altre sostanze chimiche. In grandi quantità, questa sostanza chimica deve essere maneggiata solo con indumenti protettivi, guanti e occhiali e il contatto con la pelle può causare anomalie al fegato, al cervello e ai reni. Fortunatamente per te, viene utilizzato in quantità molto minori nei cosmetici e nei prodotti per la casa; Penso ancora che proverò a non vederlo, date le circostanze. Non ci sono dati sull’uso a lungo termine di questa sostanza chimica.

o Metilcloroisotiazolinone: suona sgradevole, e lo è. Questo è legato alla sensibilità della pelle, alla sensibilità polmonare ed è tossico per il sistema immunitario. Ha due limiti di sicurezza, uno per le cose che vengono lavate via e uno per le cose che rimangono. Non so voi, ma se non è sicuro lasciarlo sulla mia pelle, non sono sicuro di volerlo affatto.

o Hexyl Cinnamal: è registrato come allergene in America, dove per legge deve essere elencato nelle informazioni sul prodotto, sebbene sia considerato sicuro per l’uso cosmetico.

o Citronellolo: un altro profumo legato alla sensibilità della pelle.

o Citral: questa fragranza può causare sensibilità alla pelle ed è irritante. È soggetto a restrizioni se non è di qualità sufficiente e viene utilizzato anche nei prodotti alimentari. È una tossina classificata e sospettata di essere tossica per il fegato e il sistema immunitario.

o Limonene: questa fragranza è simile alla precedente e provoca irritazione cutanea, bruciore, prurito e orticaria nelle persone sensibili. È un pericolo chimico registrato con restrizioni di manipolazione ed è una tossina ambientale, pericolosa per la fauna selvatica quando contamina il sistema idrico (cioè quando entra nelle fognature).

Bene, dopo tutto questo, non mi sento così rivitalizzato come mi sento ribellato. Ci sono 21 ingredienti nel mio sapone per le mani, 14 dei quali possono causare problemi di salute che vanno dalla pelle secca e irritata al cancro. Come sapone per le mani, posso usare questo prodotto fino a 10 volte al giorno, o 70 volte a settimana, e tuttavia contiene molte sostanze chimiche che nella migliore delle ipotesi non mi fanno bene, e nel peggiore dei casi mi fanno male. Ci sono anche gli altri prodotti con cui entro in contatto durante la giornata; gel doccia, shampoo, balsamo, dentifricio, crema idratante per viso e corpo, detergente per tessuti e balsamo sui miei vestiti, detersivo per piatti sulla mia roba da cucina, lacca per capelli negli spogliatoi; la lista è infinita. Tutte queste sostanze chimiche hanno il potenziale per entrare nel mio corpo attraverso la pelle, i polmoni e il sistema digestivo, e ci sono prove crescenti che suggeriscono che questo cocktail chimico può essere dannoso a breve e lungo termine. È certamente vero che queste sostanze chimiche avranno un effetto maggiore su bambini e neonati. Sembra che tu non sia solo quello che mangi!

Leave a Comment